Comune di Ovaro

Benvenuti nel sito del Comune di Ovaro

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Il tuo percorso: Ti trovi qui: Comune di Ovaro > Associazione Intercomunale
Logo Associazione Alta Val Degano Val Pesarina

COS’E’ L’ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE?

L’Associazione Intercomunale “Alta Val Degano – Val Pesarina” comprende 5 Comuni della zona montana della Carnia: Comeglians, Forni Avoltri, Ovaro, Prato Carnico e Rigolato.
L’Associazione nasce analogamente ad altre esperienze attuate in Regione, la quale, con la legge n. 1/2006 (“Principi e norme fondamentali del sistema Regione – autonomie locali nel Friuli Venezia Giulia”), favorisce l’esercizio coordinato di funzioni e la gestione associata dei servizi territoriali. Attraverso questa legge, che di fatto sostituisce la disciplina statale, la Regione mira a costituire strumenti aggregativi più adatti alle esigenze del territorio regionale. In particolar modo le associazioni intercomunali permettono a due o più comuni contermini, di gestire molteplici servizi e attività in maniera aggregata, da un lato migliorando l’offerta alla collettività, dall’altro ottimizzando le risorse a disposizione. Ciò significa che i servizi dei comuni ai cittadini rimangono gli stessi, ma i costi per la loro realizzazione vengono ridotti grazie alle economie di scala che inevitabilmente si creano.

QUALI SONO GLI OBIETTIVI DELL’ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE?

I comuni di Comeglians, Forni Avoltri, Ovaro, Prato Carnico e Rigolato, dopo una serie di riunioni tra settembre e novembre 2007, hanno stipulato una convenzione quadro nella quale esprimono la volontà di gestire in forma associata una pluralità di servizi e funzioni, costituendo quindi una associazione intercomunale. Lo svolgimento in forma associata delle funzioni, generalmente di competenza di ciascun comune, vuole migliorare in modo effettivo i servizi erogati ed ottimizzare le risorse umane, economiche, finanziarie e strumentali dei 5 comuni.

Gli obiettivi fissati nella convenzione, da perseguire in modo graduale, prevedono:

  • la razionalizzazione dei servizi associati, al fine di accrescere quantità e qualità, efficienza ed efficacia dei servizi, razionalizzando al tempo stesso la spesa pubblica;
  • l’aumento del grado di specializzazione e di professionalità del personale;
  • la produzione di servizi aggiuntivi non attivabili se i comuni operassero autonomamente;
  • l’ottimizzazione delle risorse produttive;
  • la valorizzazione del senso di appartenenza dei comuni, anche in relazione alla funzione di presidio del territorio.

Il traguardo finale è la nascita di un sistema completamente integrato che permetta di valorizzare pienamente le risorse economico-finanziarie, umane e strumentali presenti all’interno dell’Associazione Intercomunale.